In Italia
Lampedusa a Venezia. Una barca di carta per le tragedie dei profughi
04.05.2015
Lampedusa a Venezia. Una barca di carta per le tragedie dei profughi
Un ricordo e un monito delle tragedie di migranti e profughi che continuano a morire nel Mediterraneo.

Una barca di carta in mezzo al mare. Un ricordo e un monito delle tragedie di migranti e profughi che continuano a morire nel Mediterraneo. 

Domani, nell’ambito della 56sima Biennale d’Arte di Venezia, verrà svelata “Lampedusa”, opera del brasiliano Vik Muniz che verrà rimorchiata e ormeggiata in locations strategiche della laguna fino al prossimo autunno. Interamente in legno, ha la forma di una barca di carta grande quanto un tradizionale vaporetto veneziano. 

Il “foglio” che,  piegato, forma la barca è la prima pagina del quotidiano la Nuova Venezia del  4 Ottobre 2013, il giorno dopo la strage di Lampedusa. Doveva essere l’ultima, e invece ce ne sono state tante altre, fino a quella che qualche giorno fa, nel canale di Sicilia, è costata la vita a oltre 800 persone. 

Continua a leggere

Condividi

fb tw

Commenti